In the mood for… : Rosso

rosso2

 

Rosso

                                                        […] I like the idea of different
                                   theres and elsewheres, an Idaho known for bluegrass,
                                   a Bronx where people talk
                         like violets smell. Perhaps I am somewhere patient, somehow
                         kind, perhaps in the nook
                            of a cousin universe I’ve never defiled or betrayed
                                                        anyone. Here I have
                                  two hands and they are vanishing […]
                                                                                                     (Bob Hicok)

Ma la presenza non è un concetto che può essere racchiuso, non è un elemento unitario del proprio essere. Di presenze ce ne sono due ed entrambe hanno confini indefiniti e continuamente variabili. Continua a leggere “In the mood for… : Rosso”

In the mood for…: I colori

I colori

È quasi intensa, netta, l’eccitazione di quel momento di determinazione, limpido e controcorrente al flusso confuso estivo, che è strano sentirsela ancora dentro ora e, quasi calda come un rossore sulle guance, ora che è un inverno così pieno, riagguantarla per un lembo come quando si ha un pensiero bello che fuggirebbe via se non lo scrivi subito perché quando poi vorresti farlo non c’è già più, e tutto quello che riesci a ricordare è che –era bello– ma non sai dire più il perché. Continua a leggere “In the mood for…: I colori”

In the mood for…

wong-kar-wai

                                           «I nostri gloriosi anni sono passati come fiore»

Fa yeung nin wa , questo è il titolo originale di quello che, fino ad oggi, è stato l’ultimo film che ho visto al cinema. Continua a leggere “In the mood for…”