La Dimora del Tempo Sospeso: A.M.O. di Paolo Rou

anna-maria-ortese

Paolo Rou. Chi è costui? Eppure chissà quante volte negli anni passati lo avrete apprezzato nei suoi concisi commenti, avrete intrapreso con lui lunghe discussioni, e chissà quanti avranno colto con piacere le convergenze, quanti avranno rimuginato sulle divergenze.
Con questo testo presentato nella Dimora di Francesco Marotta, come Pessoa, sceglie di dar voce ad un suo eteronimo, Paolo Rou, svelando una scrittura teneramente malinconica e viva come può esserlo un amore impossibile, e come tale ne porta con sé il tratto febbrile e appassionato, celando se stesso ma non il suo amore  verso una scrittrice che sembra portare scritto già nel suo acronimo l’amore per quella Napoli dolorosa e misera, che mai abbandonò nel cuore, nonostante i trucchi e i belletti dei suoi intellettuali. A.M.O.
Più che un testo è una dichiarazione di un sogno sognato che spero, leggendolo, possa diventare anche il vostro.

Grazie della lettura! Ora se vuoi lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...