da Mai dire Mai: Inventari

e tutto si è ridotto a questo:
contare le mille forme del senso della fine
inventando parole innocue per dirle
a grandi linee 
imponenti ed impotenti
perché quello che sta finendo
non sta finendo mai
per tutti
nè nello stesso modo
e neanche nello stesso istante

inutili inventari sepolti nei cassetti
fra gli scaffali
e poi tanti cari abbracci
mai lesinati
                                    – ti saluto-
che stringono nulla

2 pensieri riguardo “da Mai dire Mai: Inventari”

  1. Quando leggo queste Tue parole, leggo ciò che oggi sento.
    Non so se corrisponde a ciò che desideravi comunicare. Ma si sa, quando scrittore e lettore s’incontrano i sentimenti e le prospettive di entrambi si mischiano fino a creare qualcosa di – ancora una volta – diverso.
    Ma, non penso ciò abbia importanza alcuna . L’importante, spero tu sia d’accordo, è comunicare. Qualcosa.
    Greta

  2. Ciao Greta,
    io dico che ben vengano le mille nuove trame, le infinite percezioni; delimitare significa condannare le parole a morte lenta…e così la poesia

    grazie e mi scuso anche con te del ritardo con cui ti rispondo

    grazie
    lisa

Grazie della lettura! Ora se vuoi lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...