A proposito della “La dislessia delle cose”

Come ebbi a dire già qui  “La dislessia delle cose”  ha avuta una strana esistenza, segnata da alti e bassi.
Scelta, appena che ne ebbi terminata la scrittura, da “Feaci Poesia” non fu mai più pubblicata, né me ne fu mai data la motivazione  né  tantomeno ho ricevute mai delle scuse .
“La dislessia delle cose” rimase  infatti ferma  per molti mesi finché non decisi che l’attesa era durata abbastanza così come  quello che io ritenevo essere un mio obbligo di correttezza nei confronti di quella redazione e, avendo nel frattempo aperto questo blog, decisi anche che potevo darle qui una più dignitosa sepoltura.  In realtà la cosa è stata un po’ più complicata perché negli anni che sono seguiti mi sono ritrovata più volte a doverne spiacevolmente difendere la paternità.
“La dislessia delle cose”  è un poemetto che ha ormai i suoi anni, ma ad esso mi lega un momento di un passaggio, a me importante, fra una fase ed un’altra della mia scrittura, ma le sue tante disavventure me l’hanno reso ancora più caro.
Dunque oggi sono proprio contenta di questo piccolo riconoscimento. Un epitaffio più che dignitoso.
Grazie ad “Anterem” e alla giuria del “Premio Lorenzo Montano” che hanno voluto premiarlo con una segnalazione

Grazie della lettura! Ora se vuoi lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...