Gates: L’anima del Torrente


g. sembra fatta d’acqua tanto è magra. Oggi che le giornate si sono ormai spogliate nell’aria della stagione calda g. nella sua camicina di cotone leggero sembra scorrere come un torrente nella secca estiva. g. dentro quei pochi centimetri di stoffa stropicciata è la poca acqua che rimane. g. è un torrente quando la sua poca acqua che rimane scopre i segreti delle sue sponde e del suo fondo. g. è la poca acqua che rimane di un torrente e non fa quasi più rumore. g. si guarda quel che può. E quel che g. può guardare di se stessa sono le sue braccia che sembrano due stecchi spezzati e torti che giacciono sul fondo di un torrente che la secca ha messo allo scoperto. g. si guarda le linee dei rivoli azzurrognoli sotto la velina della pelle di quelle sue braccia piegate sul lenzuolo. g. si guarda e non vede altro che quella membrana palpitante e fine poggiata sulle sue braccia come fosse la poca acqua che rimane di un torrente. Io sono come un torrente quando la stagione secca lo scarnisce e la sua anima si scopre e tutti possono vederla. Questa è la mia anima esposta, questa sono io, riuscite a vedermi adesso?

 

Grazie della lettura! Ora se vuoi lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...