Appunti dalla sesta fila/ #37/ settore sud

 
 
1.
Hai urtato qualcuno per strada
senza volerlo
– scusi- hai detto e
quello che hai avuto in cambio
è lo sguardo di qualcuno
a cui sembra
tu abbia spento il mondo
con un clic, prima della fine

2.
Se guardi i tronchi
loro ti mostrano le scaglie
delle tue stesse future macerie
ossa che spuntano dalla terra
le fronde schiacciate
come da un pugno
dato per rancore e ora
resta lo sfratto del vento
e questi tronchi infetti
da abbracciare
– ancora per poco-
fanno ancora un segno
d’ombra ultimo fastidio
nel mondo dei corpi vivi
 
3.
ci sarà sì qualcosa
che ancora serve da dire – come sempre-
ma fallo assomigliare al vuoto
o all’ultimo amore
che hai avuto o hai amato
pensarlo ti conviene –
per dirlo
 
4.
credi che quel rumore
ha sillabato l’urto di un possibile discorso
ti è sembrato simile ad una fitta
dolore che ti fa ancora viva
ma era fra due corpi cavi
mangiati
da una stessa corrosione quotidiana
che non lascia materia
come l’intero spazio,voglio dire, il mondo passa
fra una parola e l’altra
 
5.
in fondo – tutto accade allo stesso modo –
ci sei tu e c’è il mondo
 
6.
questo taglio netto di silenzio
è quasi indolore
cambierà il profilo del mondo
il segno delle albe e dei tramonti
e anche della tua storia
devi fartene una ragione
  

Grazie della lettura! Ora se vuoi lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...