Corsivi: Decorazioni indelebili

ray-morterson-untitled-1983

C’è sempre qualche ricorrenza
un crollo interiore
e un muro
che si alza come prigione:
ho scritto poesia
come decorazione dei mattoni

ma in fondo cos’è poesia
se non il technicolor di ciò che resta?
                      – il tempo ne conserverà la traccia? –
mi chiedevo mentre da uno sbrego
ho visto  indelebili solo le macerie

Grazie della lettura! Ora se vuoi lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...