Rive

milton-avery-sea-grasses-and-blue-sea

 

Oggi il mare ringhia. S’incupisce.
Vanga, impasta il sangue
dei vivi all’ultima saliva dei morti.
Chiede la notte:
l’ora lunga della memoria
spuma nel mare aperto. Lì,
dove non sei mai stato e
non conosci. La notte
sull’altra riva crolla, s’ingoia.
Onda e onda. Muri e Macerie
                         – dov’è il confine?-
Sotto il passo
la sabbia ricorda e dimentica
ricorda e dimentica
in piccoli fiori di ciliegio

2 pensieri riguardo “Rive”

  1. Mario, che bello rivederti!

    Sì…sono chiari quando ci si toglie l’abitudine dagli occhi.

    grazie. grazie a te
    lisa

Grazie della lettura! Ora se vuoi lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...